Prova del danno da cose in custodia

L’articolo 2051 c.c. (danno cagionato da cose in custodia) stabilisce che “Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito

La giurisprudenza della Cassazione con la recente ordinanza del 9 Luglio 2019 n. 18319 ha confermato che la responsabilità ai sensi dell’articolo 2051 c.c. richiede la prova del fatto dannoso e del nesso di causalità del danno con la cosa in custodia.

La Corte ha escluso che questa prova possa considerarsi raggiunta quando le condizioni dei luoghi non siano tali da costituire una pericolosità intrinseca della cosa o quando c’è  la prova di un comportamento imprudente del danneggiato che, pur essendo pienamente nella condizione di farlo, non ha posto in essere le dovute cautele nell’uso della cosa.

Avvocato Carmela Ruggeri

http://www.studioruggeri.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...