Preliminare di compravendita e pericolo di evizione del bene promesso in vendita.

Nel preliminare di compravendita, il promissario acquirente può rifiutarsi di stipulare il contratto definitivo se esiste un pericolo concreto ed attuale di evizione del bene promesso in vendita ?

La Cassazione civile, con sentenza n. 31314 del 29.11.2019 ha affrontato la questione  affermando il principio secondo il quale nel preliminare di compravendita, il promissario acquirente può rifiutarsi di stipulare il definitivo quando esiste un pericolo concreto ed attuale di evizione del bene promesso in vendita.

Ciò –  ha sostenuto la Corte – in applicazione analogica dell’art. 1481 c.c., disposizione secondo la quale il compratore può sospendere il pagamento del prezzo, quando ha motivo  di temere che la cosa o una parte di essa possa essere rivendicata da terzi, salvo che il venditore presti idonea garanzia.

Il principio espresso con la sentenza n.31314/2019 è operativo – ha precisato la Cassazione – anche  quando  il pericolo  concreto e attuale di evizione non sia stato determinato da colpa del promittente venditore, “essendo l’estremo della colpevolezza necessario unicamente per la responsabilità da inadempimento” .

Avv. Carmela Ruggeri – Vicenza

http://www.studioruggeri.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...